Dries Mertens l’orgoglio di Napoli

Spesso ci sono delle persone a cui ci affezioniamo particolarmente dove non riusciamo a immaginare Napoli senza la loro presenza.

Parliamo di Dries Mertens campionissimo del Napoli e record man che dal 2013 veste la maglia azzurra.

Mertens in punta di piedi e a suon di gol si è fatto strada scalando la classifica come miglior marcatore del calcio Napoli, superando anche il Dios Diego Armando Maradona.

Noi non vogliamo parlare solo delle gesta sportive di Mertens ma del suo aspetto umano, nell’aiutare i più deboli della città di Napoli e non solo.

Spesso abbiamo visto video, immagini del numero 14 del Napoli consegnare pasti e bevande calde ai senza tetto che dormivano al freddo e al gelo per strada, distribuendo abiti per i clochard.

Per questa ragione spesso Dries Mertens faceva tardi la sera e veniva redarguito non dalla società sportiva calcio Napoli ma da una signora anziana sua vicina di casa del campione belga che una volta saputo lo scopo delle sue uscite notturne ha iniziato a guardare il campione belga con gli occhi di stima e ammirazione.

La generosità di Mertens passa anche attraverso i bambini malati negli ospedali della città distribuendo la sua calorosa presenza affettiva insieme a gadget e maglietti del calcio Napoli.

Mertens non è l’unico calciatore del Napoli a fare beneficenza ma è accompagnato ad altri due nomi importanti come Kalidou Koulibaly e Faouzi Ghoulam che aiutano fortemente la comunità africana della città di Napoli.

L’attacante del Napoli ha un background molto lontano dall’essere Napoletano ma questo per Mertens non è mai stato un problema perché Dris in questi sette anni a Napoli si è integrato perfettamente nella nostra città tanto da promettere amore eterno alla maglia azzurra e alla città di Napoli.

Metens nella sua permanenza a Napoli ha imparato come tanti napoletani l’arte dell’arrangiarsi, in occasione dell’infortunio di Milik quando Ex allenatore del Napoli Sarri lo fece giocare da attaccante esterno a punta centrale.

Un ruolo assolutamente non suo ma Mertens non fece nessuna opposizione per questo cambio di ruolo anzi si impegnò ancora di più nonostante il rischio che il suo talento e la sua vena realizzativa potesse essere oscurata. Il Cambio di strategia di Sarri lascio tutti di sorpresa perché Mertens si ritrovò a sfiorare il titolo di capocannoniere in quella stessa stagione.

Spesso negli ultimi abbiamo visto tanti campioni che hanno lasciato il Napoli per sposare altre calcistiche più ricche e più vincenti del Napoli.

Dries Mertens invece ha dimostrato un grande attaccamento alla nostra città rifiutando soldi dei grandi squadroni del nord con la sua semplice frase: ” io non voglio andare via, sto bene a Napoli”.

Un volto di un ragazzo pulito che lotta su ogni pallone con caparbietà su ogni pallone, con un grande cuore dentro e fuori dal campo che vuole vincere a Napoli e con il Napoli.

Dario De Matola

Dario De Matola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *