Soggiorno sospeso

Tante sono state le iniziative che hanno fatto di Napoli, ed i napoletani, una delle città più solidali.

Il primo esempio è il Caffè sospeso dove una persona invece di pagare un caffè ne pagava due e lasciava il secondo al prossimo cliente.

Un altro esempio è il panaro solidale, nato durante l’emergenza Covid, dove chi poteva lasciava qualcosa per aiutare chi si trovava in difficoltà.

Ultimo esempio è il soggiorno sospeso nata dall’idea di Fabrizio De Lella proprietario del b&b Toledo Station in  Via Toledo, 320.

Il soggiorno sospeso nasce per evitare che i B&b e le piccole strutture alberghiere siano costrette a chiudere a causa della pandemia.

Per aderire a questa iniziativa basta collegarsi al portale di crowdfounding “buonacausa.org”. Qui si può depositare una quota per il prossimo soggiorno da poter utilizzare entro due anni.

Ben 170 ospiti da tutto il mondo hanno aderito a questa iniziativa che già nei primi 6 giorni ha raccolto più di 12mila euro.

I proprietari del b&b Toledo Station già hanno pensato a come ripagare tale generosità. Molte sono le sorprese che aspettano gli ospiti tra queste un giro in barca con annesso bagno e aperitivo completamente gratis che porterà alla scoperta della magnifica costa.

Tale iniziativa nasce dalla speranza che anche gli altri gestori e proprietari possano unirsi ed invogliare il turismo a ritornare qui il prima possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *